Home Italia Guide Turistiche
Guide Turistiche principali località italiane
Guida Turistica   NAPOLI
Napoli, città d'arte, storia, cultura, ma anche città dai panorami mozzafiato, dalla tradizione fusa con la modernità, dalla temperatura spesso mite. Per il turista che sceglie di visitare Napoli, c'è solo l'imbarazzo della scelta, sia per selezionare la struttura dove dormire, sia nel decidere cosa visitare. Di seguito un elenco dei principali monumenti, luoghi d'interesse, posti da vedere di Napoli e dintorni.
  • Centro Storico - Il Centro Storico di Napoli è il più grande centro storico d'Europa, ed è stato riconosciuto come patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO dal 1995. Sul suo territorio ci sono oltre 400 tra chiese ed edifici religiosi di epoca storica. Per i turisti è disegnato un percorso con apposita segnaletica per indicare il tragitto consigliato per esplorare i principali luoghi d'interesse.
  • Decumani (SpaccaNapoli) - Le tre strade principali del centro antico della città che costituiscono il cuore dei decumani di Napoli sono : il Decumano inferiore, chiamata Spaccanapoli, il Decumano maggiore e il Decumano superiore. Le tre strade, costruite dai greci e rinominate in epoca romana, tagliano il centro Storico in tutta la sua pienezza e sono l'immagine e l'anima della cultura partenopea. Il Decumano Inferiore (Spaccanapoli) parte dai Quartieri Spagnoli e prosegue per via San Biagio dei Librai in cui troviamo famose piazze di Napoli: piazza del Gesù Nuovo, piazza San Domenico Maggiore, piazzetta Nilo e Largo Corpo di Napoli. Il Decumano Maggiore inizia da piazza Bellini, luogo in cui è possibile ammirare le prime mura greche del centro storico di Napoli, continuando per via San Pietro a Majella dove troviamo la Chiesa gotica di San Pietro a Majella e l’annesso Conservatorio di musica, e per via dei Tribunali, la quale incrocia con via Duomo per poi continuare fino ad arrivare al Castel Capuano. Il Decumano Superiore inizia nei pressi dell'Accademia di belle arti di Napoli e del Palazzo Bonifacio a Regina Coeli, in via Speranza, e taglia tutta la città fino alla la chiesa di santa Sofia, passando per via Duomo e tagliando tutto il centro Storico di Napoli.
  • Duomo di Napoli - Il Duomo di Napoli, è la chiesa più importante e maestosa di Napoli, nota anche come duomo di Santa Maria Assunta. Si trova a via Duomo, una via che taglia trasversalmente le strade dei Decumani. Nel duomo si svolge due volte l'anno il rito dello scioglimento del sangue di san Gennaro. Secondo la tradizione, subito dopo la decapitazione del Santo, sarebbe stato conservato del sangue raccolto da una donna di nome Eusebia che lo racchiuse in due ampolle. Durante queste processioni viene atteso il miracoloso fenomeno della liquefazione del sangue presente nelle due ampolle.
  • Piazza San Domenico Maggiore - La Piazza San Domenico Maggiore, si trova lungo il decumano inferiore della città ed è una delle piazze più importanti di Napoli. La piazza prende il nome dalla chiesa di San Domenico Maggiore, caratteristica per la sua cornice merlata. Al centro della piazza troviamo l'obelisco di San Domenico, con alla base riprodotta la sirena Partenope, simbolo della città. L'obelisco fu eretto dalla popolazione di Napoli come ringraziamento per essere scampati ad un'epidemia di peste.
  • Piazza del Gesù - La Piazza del Gesù, si trova lungo il decumano inferiore a breve distanza da Piazza San Domenico Maggiore. Il nome deriva dalla Chiesa del Gesù Nuovo posta di fronte, costruita nel '400 a.c., in stile barocco con facciata con bugnato a punta di diamante in pietra piperina. Al centro della piazza vi è l'obelisco dell'Immacolata, costituito da una maestosa guglia di marmo bianco e bardiglio. Ai lati della chiesa del Gesù Nuovo, vi sono altri due edifici monumentali, il palazzo delle Congregazioni ed il palazzo Professa, oggi divenuti licei. A breve distanza da Piazza del Gesù si trova la famosa Cappella Sansevero, in stile Barocco napoletano, dove all’interno è conservata la suggestiva scultura in marmo del Cristo Velato degnamente iluminata con virtuosi effetti di luci. Al lato della piazza si innalza il celebratissimo Monastero di Santa Chiara, la più grande chiesa di stile gotico della città partenopea. Al suo interno vi è sepolcreto dei Borbone, dove vi sono le salme di tutti i sovrani del Regno delle Due Sicilie, da Ferdinando a Francesco II.
  • San Gregorio Armeno - Via San Gregorio Armeno, la celebre strada del centro strorico ricca di botteghe artigianali di presepi. La via si estende da Piazza San Gaetano (dove c'è l'ingresso per Napoli Sotterranea) fino a Spaccanapoli. E' possibile ammirare (e anche acquistare) una vasta esposizione di presepi di diverse grandezze, pastori che vanno dai classici fino a quelli che ritraggono i più noti personaggi famosi, un'immensa varietà di pastori, fontane e mulini in movimento, luci e addobbi natalizi. L'urbanistica della strada è in tipico stile greco. Lungo la via è presente l'antica Chiesa di San Gregorio Armeno.
  • Napoli sotterranea - Napoli sotterranea è un mondo sommerso presente sotto la città di Napoli: si tratta di una complessa rete di cunicoli e cavità scavate nel tufo del sottosuolo di Napoli; Gli scavi risalgono alle epoche greche e romane. Nel III secolo a.C., i Greci ricavavano dalle cave sotterranee i blocchi di tufo utilizzati per costruire le mura e i templi della allora città di Neapolis. Alcuni spazi furono usati come ipogei funerari, ovvero costruzioni sotteranee adibite a sepolcro. In epoca romana la città fu dotata di gallerie viarie e di una complessa rete di acquedotti, alimentata dalle sorgenti del Serino, a circa 70 km di distanza dal centro di Napoli. Durante la seconda guerra mondiale i sotterranei furono utilizzati anche come rifugi antiaerei durante i bombardamenti che afflissero la città. L'ingresso principale è in piazza San Gaetano, nel decumano maggiore: si scendono 140 gradini a 40 metri nel sottosuolo. Un'escursione suggestiva tra cunicoli, corsi d'acqua è ambienti sotteranei non adatta a chi soffre di claustrofobia. Un altro ingresso è quello di via Sant'Anna di Palazzo, nel quartiere Chiaia.
  • Parco nazionale del Vesuvio - Il Parco nazionale del Vesuvio si sviluppa attorno al cono del vulcano Vesuvio. Nel parco è possibile fare escursioni lungo i numerosi sentieri presenti. Oltre ad una notevole presenza di specie floristiche e faunistiche, sono da ammirare e studiare i vari percorsi creati dalla lava nelle diverse eruzioni avvenute nel tempo. Ci sono 9 sentieri ufficiali che permettono di visitare tutte le particolarità del parco. Assieme al Vesuvio, il Monte Somma è il cono esterno non attivo : nel 1997 l'apparato vulcanico Somma-Vesuvio è stato eletto, assieme al vicino Miglio d'Oro, tra le riserve mondiali della biosfera. E' possibile raggiungere il Vesuvio con auto propria o con anche in autobus da Napoli o Pompei.
  • Via Caracciolo - Mergellina - Posillipo - Il lungomare di Napoli offre uno dei panorami più incantevoli della penisola italiana. Un tratto di costa che va dal Porto Beverello fino a Mergellina passando per via Caracciolo. Da non perdere una passegiata, e magari anche una sosta, nell'affascinante e romantico Borgo dei Marinai ai piedi dell'antico Castel dell'Ovo, il quale, durante il giorno, si può anche visitare. Consigliata anche una passegiata nella verde della Villa Comunale di Napoli o una salita verso la collina di Posillipo da dove è possibile ammirare un panorama stupendo.
  • Piazza del Plebiscito - Toledo - Piazza del Plebiscito è la nota piazza di Napoli sede di eventi e manifestazioni e sede di importanti edifici storici quali la Basilica di San Francesco di Paola, Palazzo Reale, Palazzo Salerno e il Palazzo della Prefettura. Piazza del Plebiscito si trova al termine di via Toledo (o via Roma) separata da essa da Piazza Trieste e Trento. Via Toledo (fino a vie dei Mille), quasi tutta chiusa al traffico, è una delle principali vie dello shopping di Napoli. Da via Toledo vi è una delle quattro entrate per la Galleria Umberto I, posta dinanzi allo storico Teatro San Carlo di Napoli ed ai giardini di Palazzo Reale. Un itinerario che consigliamo percorrere per intero fino a Piazza del Municipio.
  • Piazza Municipio - Maschio Angioino - Piazza del Municipio è una delle più importanti di Napoli, tra le più grandi d'Europa. Posizionata alla fine di via Medina, essa è tra i principali itinerari turistici per la presenza del Maschio Angioino, storico castello simbolo della città di Napoli risalente al periodo medievale e rinascimentale, e per l'immediata vicinanza del porto Beverello e della stazione Marittima, da cui è possibile imbarcarsi per le isole di Capri, Ischia, Procida, Ponza, Ventotene, per la Sicilia, e in cui fanno scalo le principali navi Crociere. Da Piazza Municipio si arriva facilmente a piedi a Piazza del Plebiscito, via Toledo, alla Galleria Umberto I e a Palazzo Reale.
  • San Martino - Castel Sant'Elmo - La Certosa di San Martino e Castel Sant'Elmo sono tra i maggiori complessi monumentali di Napoli, posizionati uno accanto all'altro sulla collina del Vomero ad oltre 250mt di altitudine. Il Ministero per i Beni Culturali ha dichiarato la collina su cui sorgono la certosa ed il castello “monumento nazionale”. Castel Sant'Elmo era un castello medievale di strategica importanza, oggi adibito a museo. Dalla sua posizione si può ammirare la città ed il golfo Napoli in tutto il suo splendore. Oggi il castello, oltre che museo permanente, il "Napoli Novecento", è anche sede di varie mostre temporanee, fiere e manifestazioni. La Certosa di San Martino è tra le principali opere monumentali di Napoli: tipico esempio di architettura e arte barocca, ospita dal 1866 il Museo nazionale di San Martino. E' possibile raggiungere il Vomero da via Toledo con una piacevole salita utilizzando la Funicolare Centrale che arriva fino a piazza Vanvitelli. Visita da non perdere sia per il valore culturale che per quello paesaggistico.
  • Pozzuoli - Solfatara - Pozzuoli si trova in un'area vulcanica denominata Campi Flegrei costituita da circa 40 antichi vulcani e che comprende un vulcano ancora in attività, la Solfatara. La cittadina è situata sul golfo di Pozzuoli ed offre un piacevole lungomare oltre che luoghi e dintorni di interesse storico come l’ Anfiteatro Flavio, l’Acropoli di Cuma, le Terme di Baia e il Tempio di Serapide. Il porto di Pozzuoli, oltre ad essere punto di imbarco per le isole e stazione del Metrò Mare, è anche noto per il mercato ittico e per gli arrivi giornalieri di pesce fresco. Per i buon gustai è consigliata una sosta in uno dei ristoranti della zona. Pozzuoli si può raggiungere da Napoli con la Metropolitana di Napoli linea 2 o con i treni della linea Cumana.
  • Scavi archeologici di Ercolano - Nel 79 d.c. l'antica città di Herculaneum venne distrutta dalla grave eruzione del Vesuvio che la coprì con fango, cenere ed altri materiali eruttivi e ciò a permesso la conservazione ed il ritrovamento di oggetti e costruzioni dell'epoca. Dal 1997 gli scavi archeologici di Ercolano, con quelli di Pompei, sono inseriti tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Ercolano Scavi è raggiungibile da Napoli con fermata del servizio treni della CircumVesuviana di Napoli, direzione Sorrento.
  • Pompei - Scavi archeologici e Santuario - Scavi archeologici di Pompei Durante la grave eruzione del Vesuvio del del 24 Agosto 79, la stessa che distrusse le città di Ercolano e Oplonti, l'antica città di Pompei fu completamente seppellita sotto una massa di fango, ceneri e lapilli. Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito in un'ampia area i resti dell'antica città, case, edifici pubblici, teatri e antichi oggetti: una visita lungo un percorcorso affascinante quanto conturbante per come rende viva la senszione di imprevedibilità e di violenza del fenomeno vulcanico che afflisse la popolazione dell'antica città pompeiana. Santuario di Pompei Il Santuario della Madonna del Rosario di Pompei è uno dei maggiori centro di culto in Italia. Meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli, il Satuario di Pompei è una maestosa opera ricca di marmi, affreschi, mosaici e cappelle dedicate ai Santi. All'interno vi è anche una suggestiva mostra di antichi ringraziamenti per grazia ricevuta. Consigliate: salita in ascensore sul campanile con vista panoramica della città di Pompei e dei suoi dintorni, visita all'esposizione presepiale
  • Reggia di Caserta - La Reggia di Caserta è una maestosa dimora storica appartenuta alla famiglia reale dei Borbone di Napoli opera del grande architetto Luigi Vanvitelli incaricato nel 1751 dal re Carlo di Borbone di progettare una residenza all'altezza di quelle dei grandi sovrani europei Situata nel comune di Caserta, proclamata Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, La Reggia è circondata da un parco molto vasto composto da due settori: il giardino all'italiana e il giardino all'inglese. Nel giardino all'italiana, troviamo la famosa Grande Cascata e diverse fontane : la fontana Margherita, la fontana dei tre delfini, la fontana di Eolo, la fontana di Cerere, la fontana di Venere e Adone e la fontana di Diana e Atteone. Il giardino all'inglese è costituito per lo più da un fitto bosco. Oltre al parco è possibile (e vivamente consigliato) con una differenza sul biglietto di ingresso fare una visita anche agli appartamenti reali.
  • Penisola di Sorrento - La penisola sorrentina è una famosa penisola italiana, che separa il golfo di Napoli dal golfo di Salerno. Essa è attraversata dalla catena dei Monti Lattari, sede di un parco regionale, e termina con punta Campanella, di fronte alla spendida isola di Capri. Il percorso delle sue coste è un susseguirsi di paesaggi stupendi. Le località turistiche sorrentine, note in tutto il mondo, sono autentici gioielli dalle meravigliose bellezze naturali.
Vai a HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE NAPOLI

Torna a ELENCO delle GUIDE TURISTICHE ITALIA




PRINCIPALI DESTINAZIONI
VACANZE a TEMA